Hanno preso la vernice bianca, si sono messi le pettorine gialle e sono usciti in strada a dipingere le strisce pedonali davanti una scuola materna. È accaduto ieri sera a San Basilio, fuori la scuola Gandhi in via Mandolfo. Da tempo i residenti lamentano lo stato di abbandono delle strade, completamente dissestate e con strisce ormai non più visibili. Dopo varie richieste rimaste inascoltate, la sera del 16 gennaio il Comitato popolare San Basilio ha deciso di uscire, verniciare le strisce e mettere in sicurezza la zona. "L'azione è un'iniziativa di autorganizzazione popolare ma soprattutto una manifestazione simbolica per denunciare lo stato di abbandono dovuto alla mancanza di investimenti in periferia – scrivono in un comunicato – La normalità di strisce pedonali fuori a una scuola materna è diventata un miraggio per gli abitanti dei quartieri di Roma. Oggi, grazie all'intervento degli abitanti si è ristabilita la sicurezza per i bambini e le bambine che vivono ogni giorno il disagio di vivere in un quartiere abbandonato".

Il Comitato popolare di San Basilio è nato per cercare di risolvere i problemi del quartiere, dimenticato dalle istituzioni e spesso associato solo a fatti di cronaca relativi allo spaccio di droga. Solo qualche giorno fa i residenti hanno lanciato una petizione per l'installazione delle pensiline alla fermata dell'autobus di Largo Aldo Buozzi, e l'attivazione di un bus notturno, inesistente in questa così come in tante altre periferie romane. In cui i disservizi, a differenza di quello che avviene nelle zone più centrali, creano veri e propri disagi ai residenti. I quali sostengono che "l'unico modo per rilanciare le periferie è tornare a investire sulla riqualificazione dei territori, creando posti di lavoro ed economia sociale attraverso i fondi pubblici".