Foto dalla pagina Facebook Sagra dell’Uva Marino
in foto: Foto dalla pagina Facebook Sagra dell’Uva Marino

La Sagra dell'Uva a Marino è un appuntamento irrinunciabile per il primo weekend di ottobre. Tempo di vendemmia, il Comune dei Castelli Romani da venerdì 4 a domenica 7 ottobre si veste a festa, con grappoli del frutto autunnale sparsi sulle statue della Fontana dei Mori, dalle cui cannelle sgorga, come da tradizione, vino bianco. L'evento ha radici antichissime che affondano nella Roma latina.

Marino è pronta per ospitare la 95esima edizione della sagra che ogni anno attrae centinaia di visitatori provenienti non solo dalla Capitale ma anche dal resto del Lazio, per celebrare insieme i due grandi protagonisti: l'uva e naturalmente, il vino. Cantine aperte, degustazioni, carri allegorici, sono in programma per le tre giornate di festa. Le novità di quest'anno sono due: la prima è che la 95esima edizione sarà dedicata a Giacomo Carissimi, compositore Marinese del XVII secolo.

Sagra dell'uva dedicata al compositore Carissimi

Per ricordare l'artista che rese lustro al territorio si esibiranno vari gruppi musicali, proponendo i suoi brani in versione classica e jazz. La seconda novità riguarda la parte organizzativa della sagra, per la prima volta saranno utilizzati bicchieri compostabili e il vino sarà acquistabile solo in bottiglia. Per poter accedere alla sagra dell'uva è necessario comprare il biglietto d'ingresso al costo di 3 euro, online o il loco, una misura adottata anche quest'anno per monitorare il numero delle persone. I residenti, i bambini fino a 12 anni e le persone disabili con accompagnatore non pagano.