Sta per tornare l'appuntamento con la Sagra della Porchetta di Ariccia, arrivata alla sua sessantanovesima edizione, una delle sagre enograstronomiche più importanti dei Castelli Romani dedicata a uno dei suoi prodotti simboli. La festa si svolgerà da venerdì 6 a domenica 8 settembre 2019. Alle 18.00 l'appuntamento più atteso: il tradizionale lancio dei panini che avverrà in piazza della Corte. I partecipanti alla sagra potranno degustare, mangiare e bere, passando dallo stand di una fraschetta a un altro, oltre che partecipare ai vari intrattenimenti in programma che è consultabile qui.

La sagra della porchetta di Ariccia: la storia

La porchetta di Ariccia è un prodotto tutelato dal marchio Igp (Indicazione geografica protetta), ottenuto il 14 giugno del 2011. Quando si svolge la prima sagra, nel 1950, non esiste nessun marchio ma la porchetta che si fa da queste parti è già molto nota. Così l'allora sindaco di Ariccia Ovidio Cioli ha deciso di raccogliere tutti i produttori per una festa, tra tavoli imbanditi e abiti tradizionali. Da allora l'appuntamento ha travalicato i confini dei Castelli Romani attirando persone da tutto il Lazio e oltre.

La ricetta della porchetta di Ariccia

La porchetta di Ariccia, secondo la tradizione, si contraddistingue per un esterno croccante ottenuto con la cottura a legna e deve presentarsi con le zampe anteriori e posteriori e la testa. Il maiale, una femmina solitamente scelta per le sue carni più morbide e dal peso intero tra i 27 e i 24 chili, viene disossato e le carni condite con rosmarino, pepe nero e aglio. Il cui bilanciamento è essenziale per ottenere una porchetta perfetta.