Violenta aggressione al Policlinico Umberto I di Roma, dove un uomo ha riempito di botte un portantino. La vicenda è accaduta sabato 1 giugno scorso, nella sala d'aspetto dell'ospedale. A raccontarla Il Messaggero. Protagonista dell'episodio di violenza è Alukwe Okecku, di nazionalità nigeriana, che è attualmente ricercato dalle forze dell'ordine e latitante. Okecku aveva appena scontato un anno e quattro mesi di reclusione per resistenza a pubblico ufficiale, lesioni e violenza sessuale ma a suo carico c'era un decreto di espulsione, per questo i carabinieri dovevano portarlo nel centro di permanenza per i rimpatri, a Potenza. Durante il tragitto a bordo dell'auto di servizio però, l'uomo ha dato in escandescenza, ha perso il controllo e ha aggredito i militari della Compagnia Roma centro, che sono stati costretti a chiamare i rinforzi per intervenire e poterlo bloccare.

Aggredisce un portantino al Policlinico Umberto I

Successivamente, trascorsa la notte in caserma, l'uomo si è procurato una ferita alla testa. Per questo motivo i carabinieri lo hanno portato in ospedale, al Policlinico Umberto I, affinché venisse medicato. Ma una volta in sala d'aspetto Okecku si è scagliato contro un dipendente dell'ospedale addetto al trasporto dei malati sulla barella, aggredendolo con spinte, calci e pugni, senza che ce ne fosse alcun motivo. La vittima è stata soccorsa da un medico ed è stata sottoposta alle cure necessarie dopo i colpi ricevuti. Terminato il pestaggio e alla vista dei medici, l'uomo è scappato e le forze dell'ordine lo stanno cercando.