Un brutto lunedì per i pendolari, che da questa mattina stanno subendo vari disagi della circolazione dei treni nel nodo di Roma. A causarli con molta probabilità un atto vandalico tra le stazioni Roma Tuscolana e Roma Ostiense, che ha portato al danneggiamento di diverse decine di metri di cavi. A seguito dei danni la circolazione ha subito delle variazioni, con cancellazioni, rallentamenti e limitazioni dei percorsi di vari treni. Tra le relazioni interessate quelle maggiormente colpito sono la Viterbo-Roma (FL3), la Civitavecchia-Roma (FL5) e la Roma Fiumicino Aeroporto-Fara Sabina-Roma (FL1 e collegamenti Leonardo Express). Tra le linee interessate anche quelle della lunga percorrenza sulla relazione Tirrenica. Lo comunica l'Rfi (Rete Ferroviaria Italiana) sul proprio sito. L'impresa ha annunciato che sporgerà denuncia contro ignoti. È previsto un servizio di bus sostitutivi fra le stazioni di Roma Ostiense e Roma Termini.

"Un atto vandalico, con un probabile tentativo di furto, ha danneggiato, fra le stazioni di Roma Tuscolana e Roma Ostiense, diverse decine di metri di cavi tecnologici causando forti rallentamenti, delle cancellazioni e delle limitazioni di percorso che si stanno registrando questa mattina nel nodo di Roma. – si legge nella nota di Ferrovie – Interessate, in particolare, le relazioni: Viterbo-Roma (FL3), Civitavecchia-Roma (FL5), Roma Fiumicino Aeroporto-Fara Sabina-Roma (FL1 e collegamentiLeonardo Express). Interessati anche i treni della lunga percorrenza sulla relazione Tirrenica. I tecnici di Rete Ferroviaria Italiana sono al lavoro per ripristinare il danno. Presente personale di assistenza nelle stazioni di Roma Termini, Roma Tiburtina, Roma Ostiense, Roma Trastevere, Roma Tuscolana, Roma San Pietro, Fiumicino Aeroporto, Civitavecchia, Ladispoli, Orte e Monterotondo".