Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha fatto irruzione in una farmacia di piazza Santa Maria in Trastevere, nel cuore del centro storico di Roma armato di pistola. Un 47enne originario della provincia di Salerno, disoccupato e con precedenti a suo carico, è stato arrestato dai carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia di Trastevere. Momenti di paura per il titolare che nella serata di ieri, martedì 16 aprile, ha notato un uomo presentarsi davanti alla porta del suo esercizio commerciale e il suo atteggiamento lo ha insospettito: ne ha scorto la sagoma, poi lo ha visto entrare. Accorgendosi che era armato, il farmacista ha pensato al peggio, convinto che la sua intenzione fosse quella di mettere in atto una rapina, chiedendogli di consegnargli l'incasso. Subito ha dato l'allarme, contattando i carabinieri. Ricevuta la chiamata d'emergenza, sul posto sono intervenuti i militari ma l'uomo non era più all'interno del negozio. Parlando con il titolare, visibilmente preoccupato di quanto appena successo, hanno ascoltato il suo racconto e raccolto gli elementi utili per cercarlo. Lo hanno individuato e raggiunto poco dopo nella piazza, dove si era allontanato.

Trastevere, calci e pugni ai carabinieri: arrestato un 47enne

Alla vista degli uomini dell'Arma, il 47enne ha cercato di divincolarsi, prendendo a calci e a pugni i militari, nel tentativo di evitare che lo perquisissero per verificare se avesse con sé l'arma segnata dal farmacista. La pistola trovata risultava essere in realtà un giocattolo ma l'uomo è finito in manette. Portato in caserma, è trattenuto nelle camere di sicurezza in attesa del rito direttissimo. Il responsabile del gesto dovrà difendersi dalle accuse di resistenza e lesioni al pubblico ufficiale.