Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

I vigili del fuoco hanno recuperato oggi – sabato 4 aprile – il corpo senza vita di un uomo nelle acque del fiume Aniene nel quadrante Nord-Est della capitale. I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno rinvenuto il cadavere che si presentava in avanzato stato di decomposizione, calandosi e immergendosi sulle sponde del fiume all'altezza di Montesacro, nel tratto compreso tra il Ponte delle Valli e Ponte Salario. Il corpo non è stato ancora identificato. La procura di Roma ha aperto un fascicolo e il magistrato di turno ha disposto l'autopsia per stabilire le cause del decesso. Il corpo recuperato è stato trasferito in obitorio.

Una settimana fa un uomo era stato visto gettarsi nell'Aniene

Esattamente una settimana fa i residenti del quartiere avevano lanciato l'allarme per un uomo che era stato visto gettarsi nell'Aniene da Ponte Tazio. Sul posto erano giunte le forze dell'ordine che non avevano però avuto immediati riscontri. Non è ancora chiaro se si tratti proprio dell'uomo che era stato visto gettarsi né che i due episodi siano o meno collegati.

Cadavere nel Tevere a Fiumicino

Lo scorso martedì il corpo senza vita di uomo era stato invece recuperato dai vigili del fuoco nelle acque del Tevere nei pressi della foce nel territorio del comune di Fiumicino. Il corpo trascinato dalla corrente si era incastrato tra la vegetazione che cresce sulle sponde del canale, venendo così ritrovato da un uomo a passeggio che ha dato immediatamente l'allarme informano le autorità competenti che sono giunte sul luogo.