Le polpette ritrovate nel parco
in foto: Le polpette ritrovate nel parco

Trovate polpette avvelenate per cani all'interno del parco Sinisgalli, quartiere Ponte di Nona, periferia nord est di Roma. A darne notizia le guardie zoofile del Nogra, Nucleo Operativo Guardia Rurale Ausiliaria. Su segnalazione di una cittadina del quartiere si sono recati nel parco dove hanno trovato il boccone avvelenato. La polpetta è stata "maneggiata con cura e verrà portato ad analizzare per capirne la natura ed avviare eventuali indagini. Con l’occasione ringraziamo tutti i cittadini che ci aiutano con le segnalazioni e ricordiamo di non buttare questi sospetti bocconi ma di chiamarci o avvisare la polizia", si legge sulla pagina Facebook del Nogra.

A riportare la notizia il consigliere comunale Daniele Diaco, Movimento 5 Stelle, presidente della commissione Ambiente del Campidoglio: "Polpette avvelenate per ammazzare cani e gatti indifesi. Un atto orribile, schifoso, raccapricciante. Talmente disumano da non crederci. Eppure è accaduto, nel Parco Sinisgalli, Municipio VI. Nella nostra Roma. Inaccettabile. L'idea che esistano individui capaci di desiderare la morte di creature incapaci di comprendere (ahíloro) dove si possa spingere la crudeltà umana è a dir poco inquietante. Ringraziamo le guardie zoofile del Nogra per averle trovate. La Commissione Ambiente auspica che si possa presto risalire all'identità di questi criminali, di modo che possano pagare per i loro misfatti e le loro deplorevoli condotte".