Si sono resi protagonisti di una rissa a due passi dai Musei Vaticani, ma sono stati fermati. Otto cittadini del Bangladesh sono stati denunciati dai Carabinieri della Stazione di Roma San Pietro per quanto accaduto questa mattina, quando gli uomini, di età compresa tra i 24 e i 43 anni, hanno cominciato a litigare in modo animoso per procacciarsi i propri clienti: sono promoter di varie agenzie turistiche ed erano tutti intenti a sponsorizzare i propri voucher per l'ingresso ai Musei Vaticani. Una concorrenza spietata che ha portato a una colluttazione tra tutti loro, che hanno inizialmente cominciato a insultarsi a distanza. Dalle parole si è poi passati ai fatti: gli 8 hanno iniziato a spintonarsi tra di loro, per poi colpirsi a vicenda a suon di pugni e calci. Alcuni passanti sono fuggiti via e hanno immediatamente chiamato gli uomini dell'arma, intervenuti in pochi istanti. Uno dei promoter avrebbe colpito un suo concorrente con una cartellina, motivo per il quale l'uomo sarebbe stato portato all'ospedale "Santo Spirito" per le cure a seguito delle contusioni riportate. Tutti loro sono stati arrestati e i carabinieri li hanno denunciati a piedi libero all'Autorità Giudiziaria.

Un'altra rissa vicino ai Musei Vaticani

Un episodio spiacevole a due passi da uno dei poli museali più belli della Capitale, ma non si tratta della prima rissa avvenuta a due passi dai Musei Vaticani. Soltanto nell'estate dell'anno scorso il titolare di un'agenzia turistica aveva malmenato una dipendente a seguito di un diverbio tra loro due, il tutto davanti agli occhi di decine di turisti esterrefatti per quanto stesse accadendo. Al litigio si erano anche uniti i familiari della donna e un agente della polizia municipale, rimasto ferito durante la colluttazione. Tra i feriti anche due turisti, poi trasportati al Santo Spirito e al Gemelli dopo aver tentato di calmare gli animi.