Foto della polizia locale di Roma Capitale
in foto: Foto della polizia locale di Roma Capitale

Nascondeva scarpe e portafogli contraffatti in un magazzino all'interno di una lavanderia nel quartiere del Pigneto a Roma. Gli agenti del Gruppo Sicurezza Sociale Urbana della polizia locale di Roma Capitale hanno scoperto il posto segreto a seguito di alcuni controlli svolti sul territorio. Il magazzino era collocato dietro alla lavanderia, dentro, c'erano 150 articoli che emulavano noti marchi d'abbigliamento e accessori, ma falsi. Portafogli e scarpe erano pronti per essere immessi nel mercato illecito e vendute ai clienti. Sentito dai poliziotti, il titolare dell'attività commerciale, un 39enne di nazionalità bengalese, è rimasto stupito dall'esito dei controlli e si è dichiarato all'oscuro della merce trovata, dicendo che non se sapeva nulla di come fosse arrivata lì, né di chi ce l'avesse portata. La merce irregolare è stata sequestrata e il titolare è stato denunciato per detenzione di materiale contraffatto.

Ma gli agenti hanno voluto vederci chiaro e sono ancora in corso le attività di indagine per accertare la provenienza della merce trovata all'interno dei locali. Secondo quanto ipotizzato dai poliziotti, il magazzino veniva utilizzato come centro di rifornimento per i venditori abusivi. Oltre alla detenzione della merce contraffatta, l'uomo è stato ritenuto responsabile anche di reati ambientali, perché scaricava illegalmente nella fogna acqua inquinata, derivante dagli scarti di lavorazione delle macchine industriali presenti all'interno della lavanderia.