Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Una mezz'ora circa dopo la mezzanotte di ieri, domenica 16 febbraio, un tassista ha chiamato la polizia per un tentato omicidio in piazzale dei Cinquecento, davanti alla Stazione Termini di Roma. Sul posto sono intervenuti gli agenti del reparto Volanti e un'ambulanza. I poliziotti hanno trovato a terra una persona sanguinante con una ferita al petto. L'uomo, che non aveva con sé alcun documento di identità, è stato soccorso e accompagnato in codice giallo al pronto soccorso del Policlinico Umberto I. Era ubriaco e inizialmente si è opposto al trasporto in ospedale. Identificato successivamente dalle forze dell'ordine, si tratta di un ragazzo di 31 anni con alle spalle precedenti di polizia. Ha riportato una ferita da taglio superficiale al petto ed è stato dimesso con una prognosi di venti giorni.

Il coltello non è ancora stato ritrovato

Il tassista ha parlato di una tentata rapina ai danni del ragazzo, ma probabilmente, anche se la dinamica è ancora da verificare, potrebbe essersi trattato di uno screzio tra senzatetto o di un regolamento di conti tra due spacciatori. Il coltello con cui è stato colpito il ragazzo ancora non è stato ritrovato. Il giovane, riporta il Messaggero, sarebbe stato in compagnia di più persone.

Nel corso dei recenti controlli nell'area della stazione Termini sono state controllate 3.514 persone: 38 sono state accompagnate negli uffici di polizia e di queste 14 sono state foto segnalate. Dodici persone sono state denunciate in stato di libertà per diversi reati.