I poliziotti riconsegnano il crocefisso alla parrocchia di San Clemente – foto Polizia di Stato
in foto: I poliziotti riconsegnano il crocefisso alla parrocchia di San Clemente – foto Polizia di Stato

Rubato lo scorso tre gennaio da una chiesa romana, i poliziotti in bicicletta hanno ritrovato un crocefisso dorato nascosto in un borsone all'interno di Villa Borghese. Il 4 gennaio, durante un servizio di perlustrazione, gli agenti della questura di Roma hanno notato una borsa nera contenente un crocefisso e due tubi metallici dorati utilizzati come sostegno. I successivi accertamenti hanno permesso di accertare che si trattava di un oggetto sacro rubato il giorno prima nella parrocchia di San Clemente in via Val Sillaro a Roma, quartiere Conca D'Oro. Il furto era stato denunciato dal responsabile della Comunità neocatecumenale.

Gli accertamenti successivi hanno consentito di risalire al furto dell’oggetto sacro, avvenuto il 3 gennaio scorso nella Parrocchia di San Clemente di via Val Sillaro e denunciato dal responsabile della Comunità neocatecumentale. Il crocefisso, riportano i poliziotti in una nota, oltre ad un valore economico ha un forte significato simbolico ed affettivo per tutti i membri della comunità religiosa e per i fedeli. Ieri pomeriggio gli agenti hanno restituito l’oggetto sacro al Parroco che, con grande emozione, ha espresso parole di riconoscenza nei confronti della Polizia di Stato.