Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Paura a bordo di un autobus Atac in servizio sulla linea 492. Qui una donna di 47 anni, una cittadina bulgara risultata senza fissa dimora, ha aggredito senza apparente ragione una donna di 29 anni e il figlio di 5 anni brandendo un paio di forbici. Prima ha preso a calci la giovane mamma, poi ha tirato fuori le forbici minacciando il bambino. L'ennesimo spiacevole episodio avvenuto a bordo di un mezzo pubblico nella capitale. Le vittime dell'aggressione, da quanto si apprende, sono di nazionalità statunitense. Allarmato dalle urla il conducente ha fermato il mezzo e chiesto l'intervento delle forze dell'ordine, al pari di altri passeggeri spaventati dal quanto stava accadendo. Non contenta, la donna ha infastidito gli altri passeggeri bloccando l'autobus per circa 40 minuti.

L'intervento dei carabinieri a bordo del bus della linea 492

I carabinieri del Nucleo Radiomobile hanno fermato e disarmato la 47enne, così finalmente il bus ha potuto riprendere la sua corsa e i passeggeri arrivare a destinazione dopo essere rimasti per decine di minuti ostaggio della senza fissa dimora che continua a proferire improperi e minacce a chiunque gli capitasse a tiro, in uno stato di evidente agitazione. Ora la donna ora dovrà rispondere dei reati di interruzione di pubblico servizio, minaccia aggravata e detenzione di oggetti atti ad offendere. Non è escluso che la protagonista della vicenda soffra di disturbi psichici o che al momento dei fatti si trovasse in una condizione di alterazione psicofisica