Offriva la figlia minorenne per ricevere in cambio rapporti sessuali. A segnalare il crimine è stato un uomo extracomunitario, che si è trovato coinvolto nella vicenda. Agli investigatori del commissariato Monteverde ha raccontato di essere stato fermato in strada da un italiano e di aver ricevuto una strana proposta: l’uomo gli ha infatti offerto di avere un rapporto sessuale con la figlia e una somma di denaro come compenso. In cambio lo straniero avrebbe dovuto fare sesso con lui.

I due fissano un appuntamento, ma lo straniero, un detective nel suo paese di origine, si è rivolto subito alla Polizia. Il padre della ragazza è stato arrestato. Le successive indagini hanno portato gli investigatori ad ispezionare il suo telefono, scoprendo la presenza di numerosi video amatoriali in cui era coinvolta la figlia. Nel corso della successiva perquisizione, i poliziotti hanno trovato presso la sua abitazione un grande numero di filmati pedopornografici, che saranno oggetto di ulteriori indagini. L’arrestato è accusato di violenza sessuale di gruppo, detenzione di materiale pedopornografico e di maltrattamenti.

L'intervento degli agenti

Gli agenti, informati dal testimone dell'appuntamento fissato, hanno organizzato una trappola. Nel corso dell'appostamento hanno notato arrivare un fuoristrada con a bordo un uomo e una giovane. Il conducente, dopo essersi fermato a parlare con lo straniero, lo ha fatto salire a bordo, invitandolo prima a fare sesso con la ragazza e poi ad avere un rapporto anche con lui. Avvisati con un sms, i poliziotti sono intervenuti e hanno verificato l'identità della ragazza, risultata essere la figlia minorenne dell’italiano, per giunta affetta da gravi problemi di salute.