Vigili del fuoco, immagine di repertorio
in foto: Vigili del fuoco, immagine di repertorio

Paura nella serata di ieri – martedì 12 novembre – a Bravetta, periferia Sud-Ovest di Roma. Erano circa le otto di sera quando una donna ha minacciato di far saltare in aria il proprio appartamento con il gas, aprendo due bombole di Gpl. Per precauzione il palazzo, al civico 251/A di via degli Estensi, è stato evacuato di tutti i condomini, che hanno vissuto momenti di apprensione dalla strada nella speranza che le forze dell'ordine riuscissero a far desistere la vicina dai suoi propositi suicidari. Sul posto sono giunti i sanitari del 118, i vigili del fuoco e le forze dell'ordine. Gli agenti sono riusciti a entrare in casa della donna e a fermarla mentre si aggirava per l'appartamento con un accendino in mano e dopo che aveva aperto le due bombole del gas, fermandola prima che riuscisse a mettere in pratica i propositi minacciati.

Venti giorni fa già aveva minacciato di far esplodere casa

Fortunatamente il tempestivo intervento di pompieri e polizia ha bloccato la donna prima che potesse fare del male a se stessa o ad altri. Secondo quanto si apprende la quarantanovenne aveva, appena venti giorni fa, minacciato di compiere un gesto simile, ma anche in quel caso era stato sventato dalla squadra dei vigili del fuoco di Ostiense. La donna è stata presa in carico dal personale medico, non è noto se soffra di disturbi psichici. Gli inquilini del palazzo hanno potuto così tirare un sospiro di sollievo e fare rientro nelle loro abitazioni.