È successo a Roma, nel quartiere Anagnina: i proprietari di una villetta, tornati a casa, hanno trovato tutte le loro cose sottosopra. Cassetti svuotati, mobili spostati, e ovviamente molte cose che mancavano all'appello: un chiaro segnale del passaggio del ladri nell'abitazione. In questi casi solitamente si va dalla polizia a sporgere denuncia: e questo i proprietari lo hanno fatto, ma non prima di decidere di affidarsi alla rete per sfogarsi e farsi aiutare a prendere i malviventi. Il video è stato pubblicato su Facebook e in pochissimo tempo ha ottenuto migliaia di condivisioni e migliaia di like. I due che hanno svaligiato casa, infatti, non hanno tenuto conto di una cosa: ossia che a sorvegliare la situazione nella villetta c'erano delle telecamere. I due ladri , quindi, non hanno pensato di coprirsi il volto prima di entrare nell'abitazione, e così sono stati facilmente riconoscibili. Il furto è avvenuto il 7 febbraio, e l'arresto di uno dei due ragazzi è avvenuto il 12: pochissimo tempo dopo il colpo, riuscito evidentemente solo in un primo momento.

Arrestato un ragazzo di 20 anni, identificato il complice

Uno dei due ladri è stato arrestato ieri dai carabinieri della Stazione di Tor Bella Monaca unitamente al Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Frascati: si tratta di un ragazzo di vent'anni con 33 alias diversi e che al momento del fermo si trovava in un appartamento della Borghesiana. L'altro, invece, è stato identificato ma al momento è irreperibile. I proprietari dell'appartamento hanno ringraziato le forze dell'ordine tramite social ovviamente, complimentandosi per aver catturato "il capo dei ladri". Il ragazzo arrestato si trova attualmente in stato di fermo ed è stato trasferito nel carcere romano di Regina Coeli. Le forze dell'ordine hanno recuperato anche gran parte della refurtiva e hanno sequestrato la macchina che hanno usato per spostarsi dopo il furto.