foto di repertorio
in foto: foto di repertorio

Rubano il cellulare ad alcuni turisti e poi chiedono loro 200 euro per riaverlo indietro. I carabinieri della stazione di Roma Monteverde Nuovo hanno denunciato a piede libero due persone: si tratta di due cittadini senegalesi di 26 e 32 anni, nullafacenti, senza fissa dimora e con alle spalle precedenti. Dovranno rispondere dell'accusa di estorsione in concorso, mentre il 26enne dovrà rispondere di furto aggravato. Un turista belga è stato denunciato per lesioni gravi. Stando a quanto ricostruito, il 26enne sarebbe responsabile di aver rubato lo smartphone al turista mentre quest'ultimo stava sorseggiando una birra con alcuni amici in un locale di vicolo del Cinque, nel cuore di Trastevere a Roma. Un secondo complice ha poi avvicinato il turista e ha chiesto 200 euro in cambio della restituzione del cellulare. Poco dopo è avvenuto lo scambio e il belga ha riavuto il suo smartphone.

Dopo il furto subito, la vittima e gli amici hanno continuato a passeggiare per le vie di Trastevere. Hanno notato i due stranieri, li hanno fermati e hanno chiesto loro di restituire il denaro. Nel corso di una violenta lite uno dei senegalesi ha ricevuto un pugno al volto e solo l'intervento dei carabinieri ha evitato conseguenze più gravi. Il giovane senegalese è stato soccorso dal personale sanitario del 118 e accompagnato al pronto soccorso, dove i medici lo hanno medicato e dimesso con una prognosi di 25 giorni per una frattura al naso. Per questo il turista belga, un ragazzo di 30 anni, è stato denunciato a piede libero con l'accusa di lesioni gravi.