(La Presse)
in foto: (La Presse)

La metro C arriverà fino a Piazza Venezia. A diffondere la notizia il Campidoglio, che ha trovato i fondi per le talpe ferme sottoterra ai Fori Imperiali. È l'esito dell'incontro tra il ministro dei Trasporti, Paola De Micheli, e la sindaca Virginia Raggi. "Sono state individuate le coperture finanziarie per il proseguimento della linea C della metropolitana fino a piazza Venezia – si legge in una nota diffusa dal Comune di Roma – Il ministro delle Infrastrutture e dei trasporti ha formalizzato la disponibilità a finanziare il prolungamento delle gallerie, già oggetto di un progetto presentato da Roma Capitale". Da quanto si apprende dunque, le talpe proseguiranno il loro cammino e continueranno a scavare fino a raggiungere i pressi dell'Altare della Patria.

Le talpe dovevano essere sotterrate

Una sorte diversa sembra delinearsi per le talpe che giacciono sotto ai Fori Imperiali, grossi macchinari d'acciaio di forma cilindrica utilizzare per scavare le gallerie per la metropolitana. Per mancanza di soldi, il loro destino era quello di essere tombate, ricoperte di terra e di fatto, rese inutilizzabili perché troppo lontane dal punto in cui è possibile prelevarle. Le due macchine dunque, non potendo tornare in superficie, non potevano restare così com'erano sottoterra, per pericolo cedimenti. Si sarebbe allontanata in questo caso la speranza dei cittadini di vedere completato il progetto iniziale che prevedeva il prolungamento della tratta fino a Piazza Venezia. Ma da quanto appreso, almeno pare al momento, che le talpe continueranno il loro lavoro e lo porteranno a termine.