Nicholas Kanda è morto a ventun anni, dopo una battaglia di quasi dieci giorni in un letto d'ospedale. Il ragazzo, di origine indiana ma nato in Italia, i primi di febbraio era rimasto gravemente ferito a seguito di un incidente stradale, nel quale ha perso il controllo della sua auto mentre percorreva viale delle Terme di Caracalla, in direzione Cristoforo Colombo e si è schiantato contro un palo. Le sue condizioni di salute sono parse fin da subito molto gravi. Soccorso dal personale sanitario del 118, Nicholas è stato trasportato all'ospedale San Giovanni di Roma in codice rosso. Arrivato nel nosocomio di viale dell'Amba Aradam, è stato affidato alle cure dei medici, che hanno fatto il possibile per salvargli la vita. Prima la prognosi riservata, poi il decesso, avvenuto ieri, circa dieci giorni dopo il ricovero.

Il ricordo dell'As Roma

A rendere nota la notizia della sua scomparsa l'As Roma, che ha pubblicato tweet di cordoglio per il ventunenne tifoso giallorosso. Su As Roma English si legge: "Riposa in pace, Nicholas Kanda, romanista per sempre". Insieme al messaggio, una foto che lo ritrae sorridente, da bambino, con indosso la maglia del cuore e circondato da amici. Un altro messaggio per Nicholas compare sul profilo Twitter di As Roma India: "Con profondo dolore e cuori infranti, salutiamo il nostro caro fratello, Nicholas Kandathiparambil. Preghiamo che i suoi cari e abbiano abbastanza forza per resistere alla grande perdita. Possa la sua anima riposare in pace. Sarai sempre con noi, Nicky!"