La pioggia di petali di rosa al Pantheon di Roma è uno degli eventi più attesi non solo dai fedeli della Capitale, ma anche dai cittadini e dai curiosi che ogni anno si recano a due passi da Piazza Argentina per assistere alla caduta dal cielo di questi bellissimi fiori. Quest'anno il suggestivo evento si terrà il 9 giugno, con le rose che  intorno alle 12 cominceranno a scendere dal foro centrale del tempio, andando a coprire gli spettatori. Le persone interessate potranno entrare gratuitamente nella chiesa, fino al raggiungimento degli 800 posti disponibili per assistere al meraviglioso spettacolo. Prima della pioggia di petali si celebrerà la Santa Messa di Pentecoste intorno alle 10:30, al termine della quale i Vigili del fuoco lanceranno le rose a partire dalla sommità della cupola (circa 43 metri di altezza), celebrando quello che è un ricordo del miracolo dello Spirito Santo e della benedizione dei discepoli di Gesù.

La storia della pioggia dei petali di rosa dalla cupola del Pantheon

La cerimonia è stata a sospesa per molto tempo, ma dal 1995 è tornata ad affascinare turisti e cittadini della Città Eterna, che da 15 anni rivivono una tradizione millenaria di origine cristiana: la pioggia dei petali di rosa deriva infatti dalla festa di Pentecoste, una tradizione che i primi cristiani celebravano nelle loro case. In questa festa la rosa era l'emblema dello Spirito Santo, nonché simbolo del sangue versato da Gesù per la redenzione del genere umano. A lungo si è pensato che le rose lanciate dalla cupola del Pantheon fossero le classiche rose mariane, ma erroneamente: le vere rose mariane sono di colore bianco e a Roma venivano fatte cadere ogni 5 agosto in Santa Maria Maggiore, ricordando la nevicata miracolosa caduta nel punto in cui, per volere di Maria, si sarebbe dovuta costruire la chiesa.