Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Sono stati bloccati a bordo di una macchina che, con fari spenti, si aggirava nel quartiere Trieste con arnesi da scasso. E così sono stati fermati dagli agenti di polizia del Commissariato Vescovio e del Commissariato Salario- Parioli allertati da un cittadino. È successo a Roma, in via Benaco: ad allertare le forze dell'ordine, un residente che si era insospettito vedendo la macchina viaggiare lentamente con i fari spenti. Soprattutto perché all'interno c'erano due persone che si guardavano intorno in modo attento, come a voler cercare o individuare qualcosa. Capito che c'era qualcosa sotto, l'uomo ha chiamato la polizia, chiedendo agli agenti di intervenire per controllare cosa stesse accadendo. E in effetti le due persone a bordo non si erano perse, ma molto probabilmente stavano cercando qualche cantina, qualche negozio o qualche appartamento da scassinare.

A fari spenti e con arnesi da scasso in macchina, fermati dalla polizia

Dopo essere stati fermati dal residente, le due macchine della polizia si sono messe alla ricerca dell'auto segnalata, trovata dopo pochi minuti di ricerca in via Benaco. A bordo c'erano i due sospetti indicati dal passante. Gli agenti hanno fatto segno alla vettura di fermarsi per procedere a controllo e perquisire l'auto e vedere se in effetti la segnalazione fosse fondata. All'interno dell'abitacolo c'erano diversi arnesi da scasso, che i due non hanno saputo giustificare. Così come non hanno saputo fornire una spiegazione quando gli è stato chiesto cosa ci facevano nel quartiere Trieste. Dopo aver appurato che i due uomini avevano numerosi precedenti di polizia, gli investigatori del Commissariato Vescovio e del Commissariato Salario – Parioli, hanno accompagnati i due in ufficio per gli accertamenti di rito.