Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

"Se non mi dai i soldi, racconto tutto a tua moglie". Così una donna ricattava da anni il suo ex amante, con il quale aveva avuto una relazione extraconiugale. Anni di estorsioni, iniziate nel 2016, che le avevano permesso di ottenere una somma pari a 20mila euro, ottenuta indebitamente con le minacce. Ma a un certo punto l'uomo, sfinito dalle continue richieste di denaro, ha deciso di farsi avanti e denunciare tutto ai carabinieri, per poter porre fine – una volta per tutte – alle continue estorsioni. Le forze dell'ordine hanno consigliato all'uomo di organizzare un incontro con la sua ex amante dicendole che le avrebbe dato i soldi richiesti. Si è presentato quindi sul luogo dell'incontro con 800 euro in contanti ma, al momento dello scambio, si sono palesati i carabinieri che hanno fatto scattare le manette ai polsi della ricattatrice. Che adesso si trova rinchiusa nel carcere di Rebibbia con l'accusa di estorsione.

Ha estorto soldi all'ex amante per tre anni: arrestata dai carabinieri

46 anni lei, 55 lui. Entrambi di Roma, hanno avuto una relazione extraconiugale, di cui la moglie dell'uomo non è mai venuta a conoscenza. Al termine della storia però, per lui è iniziato l'incubo: l'ex amante ha iniziato a ricattarlo minacciando non solo di raccontare tutto a sua moglie, ma di farle vedere delle foto e dei video contenuti all'interno del suo cellulare. Prove, che l'uomo difficilmente avrebbe potuto smentire. Obiettivo della donna non era di tornare insieme: a lei interessava solo che l'ex amante le desse del denaro quando richiesto. Dal 2016 era riuscita a prendergli circa 20mila euro, ma le sue pretese si erano fatte sempre più insistenti. E così è arrivata la denuncia, fatta ai carabinieri della Stazione di Roma Villa Bonelli. E la donna si trova in ora in carcere, senza più la possibilità di chiedere soldi all'ex amante.