Controlli dei carabinieri a Roma per far rispettare le disposizioni anti coronavirus
in foto: Controlli dei carabinieri a Roma per far rispettare le disposizioni anti coronavirus

Una delle poche tipologie di esercizi commerciali che possono rimanere aperti in questi giorni sono le edicole, così come ferramente, negozi che vendono saponi per l'igiene intima e per la casa, oltre ovviamente a farmacie e supermercati e negozi di prodotti alimentari in genere. Ma c'è qualcuno che a Roma ha voluto approfittare della sua posizione, provando a speculare sulle paure dei cittadini e sulla difficoltà di trovare dei dispositivi di protezione individuale contro il coronavirus, ma è stato scoperto dai carabinieri della Stazione di San Giovanni, che hanno denunciato un trentottenne per "vendita di prodotti non conformi" e "manovre speculative su merci". L'uomo, titolare di un'edicola in via Magna Grecia. è stato sorpreso a vendere mascherine “tipo chirurgiche” a prezzo maggiorato, e per di più contenute "in confezioni prive di logo di conformità alle norme comunitarie". I carabinieri hanno sequestrato una confezione di ventisei mascherine.

Gel igienizzante a prezzo maggiorato: denunciato titolare autolavaggio

I carabinieri della Compagnia di Frascati nella giornata di ieri hanno invece denunciato un uomo di trentacinque anni, titolare di un autolavaggio in via Tuscolana nel territorio del comune dei Castelli Romani, per aver venduto a prezzo maggiorato dei flaconi di gel igienizzante da 100 ml. Anche lui dovrà rispondere dell'accusa di “manovre speculative su merce”, I militari hanno sequestrato un totale di 24 confezioni e lo hanno deferito all’Autorità Giudiziaria.