Aveva fatto scalpore, alcuni giorni fa, la notizia di un furto compiuto da ignoti a Roma. I ladri avevano spaccato il vetro di una macchina, portandosi via dei giochi che erano destinati a Elisa, bambina di cinque anni malata di leucemia e ricoverata all'ospedale Bambin Gesù di Roma. L'appello del padre della bambina ai ladri di restituire quei giochi a cui la figlia era affezionata è caduto finora nel vuoto: ma a raccogliere le parole del genitore sono stati gli agenti della polizia di Stato. I poliziotti dell'Ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico, colpiti dall’episodio, hanno infatti pensato di regalare qualche momento di gioia ai bambini ricoverati all’ospedale pediatrico Bambin Gesù, tra cui la piccola Elisa, donando dei giocattoli alla ludoteca dell’ospedale.

Non si tratta purtroppo, hanno spiegato gli agenti in una nota, degli stessi giochi rubati a Elisa, ma la speranza è che comunque i bambini ricoverati nella struttura ospedaliera della Capitale possano "simpatizzare" con le nuove bambole e i nuovi giochi donati loro, in maniera da poter vivere qualche momento di spensieratezza. Già la visita degli agenti, con tanto di divise e auto di servizio, è servita a rallegrare la degenza dei piccoli pazienti che affrontano a volte pesanti cure all'interno dell'ospedale pediatrico. Alcuni dei piccoli, come si può vedere in un video diffuso dalla polizia di Stato, ne hanno aproffittato per salire a bordo delle auto con la caratteristica livrea e la sirena o per farsi delle foto assieme agli agenti in divisa, che hanno anticipato il Natale strappando un sorriso a tutti i piccoli pazienti. Nel frattempo, sul fronte del furto al papà di Elisa, la polizia ha assicurato che proseguono le indagini volte a individuare i responsabili.