Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Una donna è stata trovata morta in strada in viale Jonio a Roma, riversa in una pozza di sangue. Il tragico rinvenimento è avvenuto stamattina presto, all'altezza del civico 323. Secondo le informazioni apprese la vittima è una donna di quarantasei anni, residente in zona. Abitava in un appartamento proprio nei pressi del punto in cui è stata ritrovata senza vita. A dare l'allarme è stata una cittadina, che ha notato a terra ancora parzialmente avvolta dal buio quella che pareva essere una sagoma umana e ha contattato il Numero Unico delle Emergenze 112. Subito dopo un uomo che si trovava in strada per portare a spasso il cane, le ha prestato, purtroppo invanamente, i primi soccorsi. La donna era ricoperta di sangue e aveva una profonda ferita alla testa. Ricevuta la chiamata d'emergenza, sul posto è intervenuto il personale sanitario del 118, arrivato in ambulanza, ma l'intervento dei paramedici non è servito a salvarle la vita.

Donna morta in viale Jonio: nessuna ipotesi esclusa

Presenti per i rilievi scientifici gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Fidene Serpentara, che hanno svolto gli accertamenti di rito, ascoltato le persone che hanno trovato per prime il corpo della donna in strada e che indagano per ricostruire l'accaduto. Al momento sono al vaglio tutte le ipotesi e non si esclude il suicidio. Gli investigatori hanno trovato la finestra della sua abitazione aperta, ma per ora non è chiaro se si sia trattato di un gesto volontario. Terminati gli accertamenti, la salma è stata trasferita in obitorio, dove si trova a disposizione dell'Autorità giudiziaria, che ne disporrà l'autopsia. I risultati degli esami serviranno a far luce sulle cause che hanno portato al decesso.