Si aggirava armato di coltello lungo via Prenestina a Roma. Alla vista dei poliziotti intervenuti per fermarlo, li ha aggrediti, tentando di colpirli con la lama. L'episodio è accaduto durante il pomeriggio di ieri, venerdì 27 settembre, alla periferia della Capitale. Protagonista un 51enne che è finito in manette per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Paura in strada tra i passanti, che hanno notato lo strano comportamento dell'uomo: camminava avanti e indietro lungo la strada, tenendo in mano ciò che sembrava essere proprio una lama. Spaventati, hanno allertato la Questura. Ricevuta la segnalazione sul posto sono intervenuti gli agenti del reparto Volanti della Polizia di Stato. Individuato l'uomo, si sono avvicinati a lui con l'intento di fermarlo. Ma alla vista dei poliziotti il 51enne ha nascosto la lama nel cappotto e ha tentato di scappare. Una volta bloccato, li ha aggrediti, cercando di colpirli con il coltello. Gli agenti lo hanno disarmato e arrestato.

Aggredisce gli agenti durante prelievo Dna

Sempre ieri un'altra aggressione a pubblico ufficiale a Roma, quando i poliziotti del commissariato del Palazzo di Giustizia hanno arrestato un 32enne ucraino. L’uomo, che era stato portato in carcere il giorno prima, ha aggredito l’operatore durante le fasi del prelievo del Dna.

Rapina un'anziana al Tuscolano

Un 25enne di nazionalità romena è stato arrestato per rapina aggravata in concorso. Insieme a una complice, mercoledì scorso ha aggredito un'anziana al Tuscolano, mentre stava rientrando a casa, colpendola più volte in testa. Gli agenti della Polizia di Stato del Commissariato Appio e del Reparto Volanti erano riusciti a individuare e bloccare subito la donna, ma l'uomo aveva fatto perdere le proprie tracce. Tuttavia, nonostante un camuffamento, i poliziotti lo hanno riconosciuto ieri nei pressi dei giardini di Piazza del Pigneto ed è finito in manette.