Una bambina di cinque mesi è morta questa mattina nel campo rom di via Luigi Candoni, nella zona della Muratella. A chiamare i soccorsi sono stati i genitori della piccola, preoccupati dal fatto che si stesse sentendo male. L'intervento del 118 è stato tempestivo, ma nulla ha potuto per la bambina: i medici hanno provato a farle il massaggio cardiaco, senza successo. La piccola di cinque mesi è spirata poco dopo, nonostante i tentativi di salvarle la vita. Sul posto sono arrivati anche i carabinieri del Nucleo radiomobile e i colleghi della Compagnia Roma-Eur per le indagini e i rilievi del caso. Il cuore della piccola ha smesso di battere alle 6.55. Le cause della morte sono ancora da accertare, non è noto se la bimba soffrisse di qualche patologia particolare.

Roma, bimba di 5 mesi muore nel campo rom di via Candoni: ignote le cause del malore

Una vera e propria tragedia quella che si è verificata questa mattina nel campo rom di via Luigi Candoni. Non si sa ancora cosa abbia causato il decesso della bambina, o se la piccola sia stata male già altre volte prima di questa notte. Il magistrato di turno è stato informato della morte, adesso sarà lui a decidere se effettuare l'autopsia o meno per determinare le cause del malore. Sul caso è stata aperta un'indagine dei carabinieri, giunti sul campo perché chiamati dai sanitari, che invano hanno cercato di tenere in vita la bambina. Sembra che la piccola si sia sentita male nella notte: vedendo che le sue condizioni erano molto serie, i genitori hanno chiamato i soccorsi, chiedendo aiuto per la bimba. I medici sono arrivati e le hanno fatto il massaggio cardiaco, ma purtroppo non è servito: e la bimba è morta lì, poco prima delle 7 del mattino, tra la disperazione dei genitori e dei presenti.