130 CONDIVISIONI
Covid 19
23 Aprile 2020
11:57

Roma, barbiere al lavoro nonostante i divieti: oltre al taglio di capelli offriva ‘elisir sessuali’

Un barbiere di 54 anni è stato multato dalla polizia di stato del commissariato Esquilino perché trovato ad aspettare i clienti nel suo negozio per tagliargli i capelli. Oltre a questo, aveva in vetrina diversi flaconi di una specie di ‘elisir sessuale’ con etichetta in inglese, prodotto in Nigeria, che però non può essere venduto in Italia.
A cura di Natascia Grbic
130 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Un barbiere di 54 anni è stato multato perché aveva tenuto aperto il negozio e aspettava i clienti, nonostante avesse dovuto rimanere chiuso viste le disposizioni in vigore per il contenimento del coronavirus. Gli agenti del commissariato Esquilino hanno notato il negozio con la saracinesca e la porta d'ingresso aperta, e sono entrati per verificare cosa stesse accadendo. I barbieri, infatti, fanno parte di quegli esercizi commerciali che non possono proprio stare aperti, e che devono rimanere chiusi per il lockdown. I poliziotti sono entrati per controllare, e hanno trovato in effetti il barbiere che stava aspettando i clienti. Il 54enne è stato quindi sanzionato e il locale chiuso per cinque giorni.

Multato barbiere per la vendita di elisir sessuali

I poliziotti del commissariato Esquilino hanno effettuato un'ispezione amministrativa del locale per vedere se contenesse prodotti e materiali a norma. Esposti in vetrina hanno notato una serie di flaconi di una specie di ‘elisir sessuale' prodotto in Nigeria, che non era chiaro cosa contenesse. A quanto si apprende non era un medicinale ma una miscela di tipo erboristico che viene spacciato per unguento che migliora i rapporti sessuali e combatte l'eiaculazione precoce. Si tratta ovviamente di un prodotto che non può essere venduto in Italia, che aveva un'etichetta in inglese e che non si sa bene cosa contenga. Dato che l'etichetta avrebbe dovuto essere in italiano e il 54enne non voleva dire dove avesse preso il prodotto, il materiale è stato sequestrato e lui nuovamente denunciato.

130 CONDIVISIONI
28422 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni