Immagine La Presse
in foto: Immagine La Presse

Un bimbo di sette anni si è tuffato nella Fontana di Trevi e ha provato ad arrampicarsi sul monumento. Continuano con l'inoltrarsi dell'estate gli sfregi alla vasca più ammirata e visitata del Mondo, gioiello della Capitale. Questa volta protagonista dei bagni nelle fontane di Roma è un bambino birbante di sette anni che, incoraggiato dalla mamma, è entrato nell'acqua cristallina della Fontana di Trevi. Forse cercando refrigerio dal caldo intenso che in questi mesi sta rendendo rovente la Città Eterna, il bimbo non se l'è fatto ripetere due volte e attirato dalla bellezza dei marmi, ha prima immerso i piedi, poi si è tuffato, scambiandola forse per una meravigliosa piscina. Dopo qualche immersione e spruzzo gridando verso la madre, il piccolo, affascinato dalla bellezza della statua di Oceano, dei cavalli alati e delle rocce che compongono il monumento e adornano la fontana e ha pensato bene di tentare di arrampicarcisi sopra. Ad interrompere il bagno idilliaco però, gli agenti della polizia locale di Roma Capitale, che hanno notato la scena e che sono immediatamente intervenuti, facendo uscire il bambino dall'acqua, e multando la donna, una turista polacca, per mancato rispetto delle norme che riguardano i monumenti.

Fontana di Trevi: sei interventi in due giorni nella Fontana di Trevi

Sono sei gli interventi degli agenti della polizia locale di Roma Capitale svolti in soli due giorni alla Fontana di Trevi. Un altro bimbo, di nove anni, nel pomeriggio di ieri ha immerso i piedi nella fontana, sotto lo sguardo indifferente della mamma, una turista di nazionalità americana. Subito dopo, gli agenti hanno multato due turisti polacchi di 29 e 33 anni. Sempre ieri, una pattuglia del nucleo Pics dei caschi bianchi, durante i controlli anti-abusivismo nella zona di Fontana di Trevi, ha denunciato un trentatreenne, venditore abusivo di nazionalità senegalese, per atti osceni in luogo pubblico, nonché per violenza e minacce nei confronti di un agente.