Immagine di repertorio (Fonte la Presse)
in foto: Immagine di repertorio (Fonte la Presse)

Lesioni gravissime e omissione di soccorso. Sono le gravi accuse alle quali dovrà rispondere M.A., un 33enne romano con precedenti di Polizia che è stato arrestato per aver travolto con l'auto e ferito gravemente una donna di 38 anni, riducendola in fin di vita. Il grave incidente stradale è accaduto questa notte, in via di Rocca Cencia a Roma. Secondo le informazioni apprese l'uomo, in compagnia di un suo amico, A.M., 33enne romano, anch'egli con precedenti di Polizia, era al volante della sua auto e stava percorrendo la strada, quando, improvvisamente, ha urtato la donna. L'impatto è stato molto violento, la vittima, dopo l'impatto contro il parabrezza, ha fatto un volo di diversi metri, prima di finire riversa sull'asfalto. Subito dopo l'investimento l'automobilista è scappato senza fermarsi a prestare soccorso, incurante delle condizioni di salute della donna, proseguendo il suo cammino.

Donna investita in via di Rocca Cencia è grave

A dare l'allarme sono stati alcuni passanti che hanno assistito alla scena. Sono stati i primi a prestare soccorso alla donna, in attesa dell'arrivo dell'ambulanza. Agli agenti della Polizia di Stato del Reparto Volanti, intervenuti sul posto, hanno raccontato la dinamica dell'accaduto e fornito dettagli sull'auto pirata. La donna è stata trasportata in ospedale e arrivata in pronto soccorso, è stata affidata alle cure dei medici. La paziente a seguito dell'investimento ha riportato varie fratture, una contusione cerebrale. I medici l'hanno ricoverata con prognosi riservata.

Arrestato pirata della strada

I poliziotti sono riusciti a risalire alla targa e al proprietario dell'auto pirata. La macchina era parcheggiata proprio sotto casa sua sua con gli airbag anteriori esplosi. Entrambi erano all'interno dell'abitazione e ubriachi. Il M.A. è stato sottoposto all’alcol test, risultato positivo, è stato anche denunciato per guida in stato di ebbrezza e segnalato per violazione della legge sugli stupefacenti. Perquisito il veicolo dentro c'era anche dell'hashish. Arrestato anche l'amico, che dovrà rispondere di omissione di soccorso in concorso.