Ha inseguito la ex compagna in strada in piazza Lotario, nella zona di piazza Bologna a Roma, ma è stato bloccato e arrestato dagli agenti della Polizia di Stato per atti persecutori. Un episodio che ha visto un romano di 66 anni tormentare una donna fino a seguirla e a correrle dietro, spaventandola. A dare l'allarme alle forze dell'ordine sono stati alcuni passanti che si trovavano in zona e che hanno assistito alla scena, preoccupati di ciò che stava accadendo: lui che la inseguiva, mentre lei fuggiva. Ricevuta la chiamata d'emergenza, sul posto sono intervenute le volanti con gli agenti dei commissariati Porta Pia e San Lorenzo. I poliziotti li hanno notati in strada e hanno fermato l'aggressore. Gli agenti hanno portato entrambi in ufficio per farsi raccontare cosa fosse successo, ricevere spiegazioni sul comportamento e svolgere altri accertamenti, per fare chiarezza sull'accaduto. Ascoltata dai poliziotti, una volta rimasta sola e dopo essersi ripresa dallo stato di agitazione in cui si trovava a causa dell'ex compagno, la donna, esausta, ha raccontato tutto: l'inseguimento era solo uno dei frangenti in cui l'uomo la tormentava e la perseguitava da tempo.

Donna vittima di atti persecutori

Una storia di violenze sessuali, sopraffazioni, pesanti offese che l'hanno segnata. Quando usciva per recarsi al lavoro o nei luoghi da lei abitualmente frequentati, la riprendeva con il cellulare. Il suo comportamento le aveva provocato un pesante di angoscia tanto da farle cambiare le sue abitudini di vita e limitare i suoi spostamenti per cercare di evitarlo. L'ex compagno si era addirittura recato sul luogo di lavoro per chiedere che la licenziassero. La donna, dopo il terribile racconto, ha preso coraggio, fidandosi delle parole dei poliziotti, l'ha denunciato e lasciato. Gli investigatori, dopo aver raccolto le informazioni riguardanti il caso e averle accertate, hanno bloccato l'uomo che è finito in manette con l'accusa di atti persecutori.