Arrivano 46 nuove telecamere a protezione della Ztl Vam di Roma, la Zona a traffico limitato che coincide in gran parte con l’Anello ferroviario. I varchi elettronici saranno installati anche nelle zone semicentrali. L’installazione sarà ultimata entro il 2020. Gli occhi elettronici serviranno soprattutto a vigilare sugli ingressi dei bus turistici in città, rileveranno le targhe dei veicoli che entrano nella Ztl e le fotograferanno. I primi 21 varchi, posizionati nei nodi principali, sono in servizio già dal 2017. “Con queste telecamere – spiega l’assessore alla Città in Movimento, Pietro Calabrese – ultimiamo le installazioni previste a protezione dell’area, un presidio maggiore per effettuare controlli più stringenti a tutela del rispetto delle regole”.

Ecco dove saranno installate le telecamere

La Ztl Vam è un’area istituita per contingentare e controllare l’accesso in centro città in particolare dei bus turistici, e in generale dei mezzi di lunghezza superiore ai 7,5 metri. I bus turistici in questo modo non entreranno in città, evitando di ingolfare il traffico, mentre i turisti potranno scendere agli stazionamenti predisposti e proseguire utilizzando i mezzi pubblici. I lavori per installare i 46 varchi elettronici saranno avviati in queste ore. Le prime operazioni partiranno nella zona di Monteverde in via Francesco Massi, via Abate Ugone, via Fonteiana e via Vitellia. Nel mese di agosto sarà la volta di Prati, in circonvallazione Clodia e circonvallazione Trionfale. Tra settembre e dicembre gli "occhi elettronici" saranno montati a Testaccio, Pinciano, Porta Maggiore, San Giovanni e Piramide. Le telecamere saranno anche molto utili anche per liberare personale della Polizia locale, che potrà essere utilizzato altrove.