Stava tornando a casa quando è stata aggredita dall'ex fidanzato che armato di coltello l'ha prima minacciata e poi l'ha picchiata facendole sbattere la testa contro il muro. Il 22enne è stato fermato solo dall'arrivo della polizia che lo ha arrestato con le accuse di violenza privata e lesioni personali aggravate. È accaduto a Roma, nel pomeriggio di ieri, venerdì 16 agosto a Torpignattara: la vittima era in compagnia di alcuni amici quando giunta nei pressi del portone di casa ha trovato ad attenderla l'ex fidanzato, un ragazzo di 22 anni di nazionalità cinese, che con un coltello tra le mani ha minacciato gli amici della giovane. Ha chiesto loro di allontanarsi e poi ha costretto l'ex ragazza a seguirlo all'interno dell'androne del condominio dove si è scagliato contro di lei: dopo averla presa a schiaffi l'ha colpita al viso facendole sbattere la testa al muro.

Aggredisce l'ex fidanzata sotto casa: 22enne accusato di lesioni e violenza privata

Una violenza interrotta dall'arrivo degli agenti di polizia allertati dagli amici della ragazza che è stata soccorso in evidente stato di shock: gli agenti l'hanno infatti trovata sulle scale della propria abitazione visibilmente sconvolta mentre il 22enne continuava a stringerle un braccio. Il ragazzo è stato immediatamente arrestato e poco dopo gli agenti hanno ritrovato all'interno di un cestino della spazzatura del condominio anche il coltello che il ragazzo aveva utilizzato per minacciare la giovane: ora dovrà rispondere dei reati di violenza privata e lesioni personali aggravate. Mentre la giovane è stata portata in ospedale dove è stata medicata: i medici le hanno riscontrato un trauma cranico e un trauma alla spalla, entrambi guaribili in cinque giorni.