Una guardia giurata in servizio al Policlinico Umberto I di Roma è stata arrestata per tentato omicidio: l'uomo avrebbe infatti aggredito un clochard lo scorso 2 aprile, colpendolo con un estintore e procurandogli diverse fratture, tanto che l'uomo fu costretto ad andare in ospedale per le ferite riportate. L'aggressore è stato arrestato dopo poco più di un mese dai fatti, incastrato dalle telecamere di videosorveglianza: del resto, l'uomo non è nuovo a questi comportamenti, tanto che già in passato era stato coinvolto in episodi del genere. Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, lo scorso 2 aprile il clochard era andato nel sottoscala del reparto di Otorinolaringoiatria del Policlinico Umberto I per trovare riparo. Ma la guardia giurata, ad un certo punto, poco prima di mezzanotte lo ha raggiunto ed aggredito con un estintore, forse perché "infastidito" dalla presenza del clochard stesso. L'aggressione fu così violenta che l'uomo riportò una frattura pluri-frammentaria del cranio, tanto da dover essere ricoverato in prognosi riservata. Dagli accertamenti delle forze dell'ordine, è emerso anche che tre mesi prima l'uomo aveva aggredito lo stesso clochard con un manganello telescopico di ferro. Dopo un mese e mezzo di indagini, oggi è scattato per lui l'arresto da parte degli agenti di polizia del commissariato "Università" della Capitale: l'aggressore, portato contestualmente in carcere, deve ora rispondere del tentato omicidio del clochard, mentre a scopo cautelare sono state sequestrate tutte le armi detenute dalla guardia giurata, sebbene possedute in maniera regolare.