Un aereo da turismo biposto si è inabissato poco fa nel fiume Tevere, all'altezza di via Vitorchiano. Sul posto, i Vigili del Fuoco, gli agenti della Polizia Locale di Roma Capitale Gruppo Cassia, Polizia e Carabinieri. L'intervento di recupero è ancora in corso: il pilota del velivolo è stato tratto in salvo e portato in ospedale con l'eliambulanza, mentre non si ha ancora notizia dell'allievo, che al momento non è stato ancora trovato. In questo momento sono in corso le ricerche con gli elicotteri dei Carabinieri e della Polizia di Stato. A quanto si apprende, l'aereo, un Cessna da due posti, sarebbe precipitato per cause ancora da appurare poco dopo il decollo.

L'incidente alle 15.30 del 25 maggio

L'incidente aereo è avvenuto nel pomeriggio di oggi, lunedì 25 maggio, intorno alle 15.30. Il biposto, sparito dai radar poco dopo il decollo, si è completamente inabissato. Le operazioni di ricerca sono ancora in corso e sono molto frenetiche, i soccorritori stanno cercando disperatamente di trovare il passeggero disperso, di cui non c'è ancora traccia. Secondo le prime informazioni, il biposto era partito dall'aeroporto dell'urbe per un'esercitazione: a bordo, infatti, ci sarebbero stati un pilota istruttore e il suo allievo. Il Cessna sarebbe precipitato proprio pochi minuti dopo il decollo e prima di inabissarsi avrebbe preso fuoco. Un passeggero è stato tratto in salvo e portato immediatamente in ospedale, dell'altro non c'è ancora traccia. Le ricerche proseguono senza sosta nel fiume Tevere e nella zona adiacente.