L’intervento dei vigili del fuoco alla stazione Manzoni
in foto: L’intervento dei vigili del fuoco alla stazione Manzoni

Un uomo di trentatré anni è morto nel pomeriggio di oggi – domenica 23 febbraio – investito da un convoglio della metropolitana in transito alla stazione di Manzoni della linea A. Ancora non è chiaro se si è trattato di un gesto volontario o di un incidente, anche se l'ipotesi più accreditata al momento e suffragata anche dal racconto dei testimoni è che si sia gettata sotto il treno in arrivo volontariamente.

Disagi per i passeggeri: metro riattivata alle 10.00

Sul posto sono giunti oltre al personale sanitario del 118, le forze dell’ordine e i vigili del fuoco. Quando i pompieri hanno estratto il corpo, i medici non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. Chiusa la stazione di Manzoni, è stata interrotta la circolazione prima su tutta la linea A, poi sulla tratta Ottaviano-Anagnina in entrambe le direzioni: Atac ha attivato il servizio di bus navetta sostitutivi. La circolazione è stata riattivata sull'intera linea solo alle 22.00, come comunicato da Atac.

La vittima un 33enne cingalese: aperta un'inchiesta

Da quanto si apprende la vittima è un uomo di nazionalità cingalese di cui ancora non sono note le generalità. Sul posto anche il magistrato di turno che disporrà le indagini di routine, a iniziare dall’acquisizione delle immagini delle telecamere di video sorveglianza.