Quando ha visto la pattuglia dei carabinieri, sapendo di essere a bordo di un'auto che "scottava", un ragazzo di 19 anni non ci ha pensato su due volte ed è fuggito a tutta velocità. La sua fuga è però terminata contro alcune transenne, dopo una manovra sbagliata. Nottata movimentata quella di ieri a Roma, le cui strade sono state teatro di un inseguimento tra i militari dell'Arma e tre ragazzi tra cui il 19enne. Alla fine il conducente dell'auto rubata è stato arrestato e portato in caserma, in attesa del processo per direttissima. Nonostante la sua giovane età ha già diversi precedenti e risulta residente nel campo nomadi di via di Salone, nella Capitale. L'auto, risultata rubata alcuni giorni fa al quartiere Alessandrino, è stata restituita, un po' ammaccata ma senza gravi danni, al legittimo proprietario, che ne aveva denunciato il furto.

I complici del ragazzo alla guida sono riusciti a fuggire

All'appello mancano le due persone che erano nella vettura rubata assieme al 19enne: sono riusciti a scappare a piedi e sono adesso ricercati dai carabinieri. L'inseguimento è partito da piazza dei Mirti a Centocelle, dove la pattuglia dei carabinieri ha notato l'auto sospetta avvicinandosi agli occupanti per procedere a un controllo. La reazione dei tre, con l'improvvisa fuga, ha confermato che i sospetti dei militari erano fondati. Il tentativo di fuga dei ragazzi a bordo dell'auto si è infranto contro alcune transenne in via Pietro Rovetti, non troppo lontano da Centocelle.