La sindaca di Roma, Virginia Raggi, e il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, hanno espresso la loro vicinanza alla famiglia di Emanuele Crestini, il sindaco di Rocca Di Papa morto in seguito all'esplosione del municipio del paese dei Castelli Romani.  "La morte del sindaco Crestini è una tragedia. Il senso del dovere che lo ha sempre contraddistinto, l'attaccamento profondo alla comunità di cui è stato primo cittadino e la sua fedeltà alle istituzioni non saranno dimenticati. Crestini è un esempio di umanità. Alla famiglia e alla cittadinanza di Rocca di Papa vanno le mie più sentite condoglianze", ha dichiarato in una nota il presidente Zingaretti. "Una notizia davvero triste. Roma abbraccia la sua famiglia e i suoi cittadini in questo momento di dolore", ha scritto su Twitter la sindaca Raggi.

Anche il dipartimento regionale della Protezione il "più sentito cordoglio.  Nell’esprimere la propria vicinanza ai familiari, il capo del dipartimento, Angelo Borrelli, rinnova la stima e l‘apprezzamento per l’operato dei sindaci, prime autorità di protezione civile, che operano ogni giorno con dedizione e spesso tra molte difficoltà per aumentare la resilienza delle loro comunità". "E' morto il sindaco Crestini. E' morto perché è uscito per ultimo dal comune in fiamme per accertarsi che tutti fossero in salvo. E' morto per il senso del dovere, per amore DI quel luogo sacro che sono le istituzioni. Un esempio, un uomo che non ha avuto timore per la propria vita. Un eroe. Alla sua famiglia, a tutta la comunità di Rocca Di Papa la nostra vicinanza", il messaggio del presidente del Consiglio regionale del Lazio, Mauro Buschini.