Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Un ferito e tre fermi è il bilancio della rissa avvenuta ieri pomeriggio in piazza Giureconsulti, in zona Cornelia, dove gli agenti della polizia locale di Roma Capitale sono intervenuti con una pattuglia del XIII Gruppo Aurelio, per mettere fine a disordini in strada, scoppiati nei pressi del capolinea degli autobus Atac. Secondo le informazioni apprese l'aggressione avrebbe coinvolto cittadini di diverse nazionalità, che si sono scagliati gli uni contro gli altri, a seguito di una lite animata, fino ad arrivare a lanciarsi bottiglie di vetro. Un 33enne, con ferite da arma da taglio sulla testa e sul petto, è stato sorpreso dagli agenti mentre stava picchiando una donna. Gli agenti hanno cercato subito di fermare l'egiziano, ma improvvisamente è arrivato un 36enne, originario della Repubblica Domenicana, che si è scagliato contro l'altro impugnando una bottiglia di vetro rotta.

Rissa scoppiata per un apprezzamento di troppo

Vista la situazione, è stato necessario l'intervento non solo di altre pattuglie della polizia locale, ma anche dei carabinieri. La rissa, stando a quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, è scoppiata probabilmente per un apprezzamento di troppo che l'egiziano avrebbe fatto alla donna. Questo avrebbe provocato la reazione del suo compagno, il 36enne dominicano. Quest'ultimo ha rifiutato le cure in ospedale, mentre il suo rivale e la donna sono stati trasportati in ospedale. Le loro condizioni, comunque, non sono gravi. Tutti e tre sono stati denunciati e i due uomini hanno diversi precedenti alle spalle. Il cittadino egiziano, tra l'altro, era noto per una denuncia per atti osceni.