Discarica abusiva a Rocca Cencia
in foto: Discarica abusiva a Rocca Cencia

Sequestrata una discarica abusiva a Rocca Cencia. Un terreno di circa 1.500 metri quadrati di proprietà del Comune di Roma era diventato un punto illegale di raccolta di imballaggi, computer ed elettrodomestici, mobili e parti di automobili. Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Tor bella Monaca insieme ai colleghi del gruppo Forestale di Roma Nipaf, Nucleo di Polizia ambientale e forestale. I militari hanno delimitato l'intera area. Proseguono intanto le operazioni di Ama per rimuovere la spazzatura dalle strade della Capitale.

I consiglieri di Fratelli d'Italia hanno proposto di far ottenere ai cittadini un rimborso sulla tassa dei rifiuti, la Tari, e per questo il gruppo del partito di Giorgia Meloni, insieme alla Lista civica Con Giorgia, ha presentato una delibera di indirizzo in tal senso.  "E' surreale vedere che il Comune di Roma si stia attrezzando per portare una parte dei rifiuti in giro per l'Italia e il mondo. Ovunque nel mondo i rifiuti sono risorse per l'energia e solo in Italia, per un no pregiudiziale alla loro valorizzazione, sono un costo. Su questo bisogna intervenire", denunciano i consiglieri di Fratelli d'Italia. Se l'atto venisse approvato dall'Assemblea Capitolina, alcuni cittadini potrebbero ottenere rimborsi fino all'80 per cento della Tari. "Sui rifiuti a Roma non c'è un problema episodico ma una crisi strutturale. Su quanto sta avvenendo, hanno pari responsabilità sia la Regione Lazio che la giunta Raggi. Zingaretti dal 2012 non ha fatto ancora il piano regionale dei rifiuti. Raggi ha fallito perché puntava tutto sulla raccolta differenziata e non ci è riuscita", ha spiegato il capogruppo Andrea De Priamo.