video suggerito
video suggerito

Regione Lazio, presentato nuovo piano dei rifiuti. Zingaretti: “Roma ha bisogno di una discarica”

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti e l’assessore Massimiliano Valeriani hanno presentato il nuovo piano di gestione dei rifiuti per il periodo 2019-2025. Sono previste cinque Ato, una per ogni provincia. Roma dovrà avere la sua discarica e puntare al potenziamento della raccolta differenziata.
A cura di Alessia Rabbai
215 CONDIVISIONI
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti
Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti

"Roma ha bisogno di una discarica di servizio". Lo ha detto il governatore Nicola Zingaretti, durante la presentazione del nuovo Piano regionale dei rifiuti del Lazio, che si è svolta nella tarda mattinata di oggi, giovedì 31 gennaio. "Siamo pronti a ricrederci se non fosse così, anche se io non lo credo. Bisogna, con grande responsabilità, individuare un sito". Zingaretti, insieme all'assessore al Ciclo dei Rifiuti, Massimiliano Valeriani, ha spiegato i contenuti e gli obiettivi di un documento atteso da anni. E ha ancora aggiunto: "Noi facciamo delle valutazioni. Se Roma raggiunge livelli di differenziata tali e di gestione dei rifiuti ottimali, per cui la discarica non servirà, io sarò contento di essermi sbagliato". Il presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha sottolineato che "non esiste contrapposizione politica su temi così delicati". Poi ha ricordato la collaborazione con il ministro Sergio Costa. "Di fronte al trend e ai ritmi attuali, al fatto poi che ogni 20 giorni devo cercare un presidente di regione che prenda i rifiuti di Roma, abbiamo il dovere morale di indicare le soluzioni più congrue e cioè, che una città di tre milioni di abitanti, deve avere un sito dove far conferire materiale trattato. E lo dico con spirito di collaborazione perché se creiamo mostri, fra di noi, è evidente che i cittadini hanno paura. Noi non siamo quelli che vogliono imporre qualcosa a qualcuno".

Il nuovo piano regionale dei rifiuti

Secondo le informazioni apprese durante la presentazione, il Piano Rifiuti regionale per il periodo 2019-2025 punta al riequilibrio territoriale degli impianti e all'autosufficienza del Lazio nella chiusura del ciclo dei rifiuti. Sono previsti cinque ATO (ambiti territoriali ottimali), aree sulle quali sarà organizzato il servizio pubblico di smaltimento dei rifiuti, uno per ogni provincia. "Per garantire pero' un concreto e doveroso equilibrio impiantistico è necessario definire un sub-ambito di Roma Capitale, nel quale prevedere l'autosufficienza impiantistica per lo smaltimento" ha detto Zingaretti. Il testo, tuttavia, per diventare legge dovrà passare prima per le commissioni e poi dovrà essere approvato dal Consiglio.

Le aree bianche dove potrebbero mettere una discarica

Alla luce della presentazione di oggi si prevede la predisposizione di una discarica all’interno del territorio del Comune di Roma, inoltre, un impianto di trattamento meccanico biologico dei rifiuti a Colleferro, da 500mila tonnellate annue, dove conferire l’indifferenziato oggi lavorato da tre impianti. "Con il nuovo Piano la Regione Lazio mira a superare l'approccio dell'economia lineare, in cui la produzione genera rifiuti che vanno trattati e smaltiti, per passare invece ad una economia circolare che punta alla riduzione dei rifiuti, ad un recupero di materia" ha detto Zingaretti.

Percentuale della raccolta differenziata a Roma

"Roma registra una raccolta differenziata al 44,5%, per la prima volta inferiore alla media della raccolta differenziata del Lazio, che ha raggiunto il 45,5%, mentre produce il 60% dei rifiuti dell'intero territorio regionale e smaltisce il 100% di quelli indifferenziati trattati in impianti fuori dai confini comunali – ha spiegato il presidente della regione Lazio parlando di percentuali – Un peso  gravato finora sulle altre comunità del Lazio, che hanno fornito un prezioso supporto al sistema di trattamento e smaltimento dei rifiuti della Capitale".

La sfida di Zingaretti

Al margine della presentazione, Zingaretti ha lanciato una sfida ai romani prefissando come obiettivo "il raggiungimento del 70% di rifiuto differenziato entro il 2015". Per farlo, continua il governatore, "saranno investite ulteriori risorse per sostenere i Comuni nell'applicazione della Tarip nella creazione di isole ecologiche e di centri di compostaggio. Inoltre verranno promosse agevolazioni per imprese e comuni che riducono la produzione di rifiuti e favorita la realizzazione di centri per il riuso oltre ad una serie di misure e di iniziative per tutte le tipologie di rifiuti".

215 CONDIVISIONI
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views