La merce sequestrata dalla Polizia di Stato
in foto: La merce sequestrata dalla Polizia di Stato

"Ci siamo scordate di pagare" hanno detto al personale di sicurezza due nonnine sorprese a rubare all'interno di un centro commerciale in via Enrico Ferri, alla Romanina. Si erano appropriate di soprammobili natalizi, profumi, guanti e una macchinetta del caffè. A finire nei guai due donne di ottantuno e sessantotto anni che sono state denunciate per ricettazione dalla Polizia di Stato. Avevano preso di mira un negozio in particolare, in cui erano già state, portando via diverse cose. Sapevano bene come muoversi e avevano deciso di tornarci, per continuare quello che avevano iniziato, per prendere altri oggetti. Sono entrate all'interno dell'esercizio commerciale, senza preoccuparsi di essere scoperte, ma la commessa, dopo la loro visita precedente, si era accorta che mancava qualcosa. Osservando attentamente le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza, ha memorizzato i loro volti, mentre rubavano un gufo e un coniglio in ceramica.

Notandole tra i clienti nel negozio, le ha riconosciute e ha dato l'allarme, segnalandole alla sicurezza interna. I vigilantes le hanno fermate e hanno chiamato la Polizia. Sul posto sono intervenuti gli agenti del Reparto Volanti e del Commissariato Romanina che hanno accertato come non si trattasse del primo episodio: nel portabagagli della loro auto era nascosta altra merce, sempre rubata. C'erano numerosi capi di abbigliamento, profumi ed altri oggetti in ceramica, tutti con il cartellino ancora attaccato.