Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

È stata recuperata la refurtiva dei ladri che, sabato sera scorso, hanno rapinato e sequestrato una coppia di coniugi di mezz'età a Fiano Romano, alle porte di Roma. I malviventi sono stati intercettati durante un controllo stradale della Polizia della sottosezione di Cassino: alle prime luci del mattino di domenica, intorno alle 5, gli agenti hanno notato un'Audi A3 con a bordo quattro uomini. Insospettitisi, hanno intimato l'alt per procedere all'identificazione e al controllo delle persone a bordo. La vettura si è fermata, come da procedura, ma una volta spenti i motori i cinque sono corsi fuori dall'auto e sono fuggiti per le campagne, facendo perdere le proprie tracce. Come riportato da Il Messaggero, le forze dell'ordine si sono lanciate all'inseguimento a piedi e hanno provato a bloccarli, senza riuscirci: ne è nata una colluttazione, durante la quale sono riusciti a strappare la borsa a uno dei ladri, che sono poi scappati per le campagne.

Rapina in villa a Fiano Romano: il sequestro di moglie e marito

All'interno della borsa recuperata dalla polizia sono stati trovati alcuni gioielli che sono stati ricollegati alla rapina in villa a Fiano Romano. Nella borsa c'era anche una pistola Beretta calibro nove con due caricatori e proiettili inseriti. L'arma è risultata rubata. I coniugi rapinati e sequestrati sono stati contattati: gli oggetti recuperati dallo zaino appartengono a loro. Anche l'auto è stata sequestrata dalle forze dell'ordine, ma per adesso dei rapinatori nessuna traccia: gli agenti stanno indagando per risalire alla loro identità e procedere al fermo. Secondo le prime informazioni, si tratterebbe di quattro stranieri di età compresa tra i 24 e i 35 anni: sabato sera hanno rubato da casa della coppia 73 diamanti, gioielli e soldi per un totale di 50mila euro. Le modalità della rapina hanno destato molto scalpore: per farsi consegnare i preziosi, moglie e marito sono stati immobilizzati e minacciati con una pistola puntata alla testa e un cacciavite alla gola. Quando i ladri se ne sono andati, hanno chiamato la polizia.