Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Ha minacciato tre coetanei minorenni a bordo di un treno regionale nel territorio di Nettuno, tentando di rapinarli. A finire nei guai un quindicenne di nazionalità croata. Gli agenti della Polizia Giudiziaria del Compartimento Polizia Ferroviaria per il Lazio lo hanno denunciato a piede libero, riaffidandolo ai propri genitori. Secondo le informazioni apprese i giovani stavano viaggiando a bordo del convoglio proveniente da Nettuno e diretto a Roma Termini, quando, improvvisamente il quindicenne, con fare minaccioso, gli ha chiesto di consegnargli subito i soldi che avevano con sé nel portafogli. A dare l'allarme è stato il capotreno al quale si sono rivolti i tre ragazzi, che ha chiesto l'intervento delle forze dell'ordine. I ragazzi hanno fornito ai poliziotti giunti sul posto una descrizione accurata del quindicenne spiegando che, dopo aver tentato il colpo, è sceso dal convoglio nella stazione di Lido di Lavinio.

Denunciato un quindicenne

Gli agenti hanno ascoltato il racconto degli adolescenti, per poi acquisire le immagini riprese dalle telecamere di videosorveglianza presenti in zona. Passando al vaglio le immagini immortalate dal sistema all'interno della stazione ferroviaria, gli agenti hanno individuato il quindicenne. Registrazioni che mostrano il quindicenne sceso dal treno come se nulla fosse, per poi far perdere le proprie tracce. Gli agenti della Polfer sono risaliti alla sua identità e sono riusciti a bloccarlo grazie a un'intensa attività d'indagine. Il giovane, raggiunto all'interno di un'abitazione ad Anzio, è stato denunciato in stato di libertà e riaffidato ai genitori.