La sindaca di Roma, Virginia Raggi
in foto: La sindaca di Roma, Virginia Raggi

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha invitato tutti gli italiani a trascorrere e vacanze nella Capitale: "Venite, vi aspettiamo a braccia aperte", ha detto la prima cittadina nel corso di un'intervista rilasciata a Radio Rock. "La città è sicura e sta riaprendo, ripartendo. Tra l'altro i numeri di Roma confortano. Si dice che dal 3 giugno riapriranno le frontiere ma io invito tutti gli italiani a venire in vacanza a Roma, che questa estate sara' molto nostra, e a scoprire questa città. Venite a Roma, vi aspettiamo a braccia aperte". Secondo Raggi in questo momento servirebbe "un turismo top di gamma, che anche in questo momento di crisi avrà la possibilità di spendere. E poi penso ai romani, abbiamo un buon momento e del tempo per visitare la nostra città".

Sulla ricandidatura: "Ora completare le cose in cantiere"

Su una possibile ricandidatura a sindaca della Capitale, Raggi non ha dato conferme: "In questo momento c'è la tentazione di completare le cose in cantiere da qui alla fine del mandato, riavviare i progetti sospesi durante il coronavirus". Per esempio, sullo stadio della Roma la sindaca ha annunciato novità a breve: "Lo Stadio è un progetto enorme, il più grande che la città ha avuto. Non abbiamo mai smesso di lavorare. La conferenza dei servizi ha approvato il progetto con una serie di prescrizioni. Stiamo lavorando con la società per rispettare le prescrizioni e a breve ci saranno novità".

"La famosa funivia si farà"

Sulla funivia che collegherà Casalotti a Battistini la sindaca ha annunciato che i decreti attuativi sarebbero dovuti arrivare già prima dell'estate, " poi c'è stato il Coronavirus e tutta l'Italia ha avuto una battuta d'arresto e abbiamo sterzato verso l'emergenza. ma appena il ministero approva il decreto attuativo procediamo con le ulteriori attività. I cittadini stiano tranquilli, è un progetto che andrà avanti".

Raggi: "Centri estivi aperti a giugno, luglio"

Le scuole riapriranno a settembre, ma a luglio (forse anche giugno) potrebbero riaprire i centri estivi: "Dovremo farlo per luglio, se riusciamo anche da giugno, se troviamo spazi consoni. Aspettiamo di capire cosa ci dice il ministero, se ci danno l'ok da giugno partiamo a giugno, se a luglio da luglio. Vogliamo consentire ai bimbi di tornare a giocare con gli amichetti: non possiamo avere dei piccoli ‘licantropi' a casa, sempre da soli".