I numeri del contagio sono bassi, ma bisogna continuare a non abbassare la guardia. Questo è il messaggio che le istituzioni a tutti i livelli continuano a trasmettere ai cittadini, con l'obiettivo di vedere quanto più possibile rispettate le regole per limitare il contagio del coronavirus, a cominciare dal distanziamento sociale e su come attraversare spazi pubblici e commerciali. Uno dei punti più problematici rimane, a Roma e non solo, la cosiddetta "movida" con folla e assembramenti per le strade e le piazze dei quartieri della vita notturna.

La sindaca di Roma Virginia Raggi è tornata a rivolgersi ai più giovani, invitandoli al senso della responsabilità con un messaggio diffuso tramite la sua pagina Facebook. "Capisco che dopo settimane di lockdown ora c'è la gioia di riassaporare la libertà. Ma questo non deve vanificare tutti gli sforzi fatti finora. Quindi: uscite la sera ma rispettate le regole. Una su tutte il distanziamento sociale per evitare una nuova diffusione di contagi", ammonisce la prima cittadina.

Chiusi tre locali a Trastevere: "Assembramenti all'esterno"

Raggi ha riportato i risultati dei controlli della Polizia Locale nei quartieri della movida come Trastevere, San Lorenzo, Piazza Bologna e Rione Monti. "Sono stati centinaia gli interventi degli agenti per riportare al rispetto delle norme anti contagio e per la vendita, somministrazione e consumo di alcol fuori dall'orario consentito. – si legge nel post – Non sono mancati anche gli accertamenti sulle strade per contrastare i comportamenti scorretti e pericolosi alla guida. Tre locali sono stati chiusi per ordine pubblico nella zona Lungaretta – San Cosimato: le persone fuori erano così tante che creavano assembramenti impedendo di fatto il rispetto delle regole per evitare contagi. Presidi fissi degli agenti sulla Scalea del Tamburino a Trastevere e a piazza Bologna. Mi raccomando. Lo ripeto ancora una volta – conclude – rispettiamo le regole, siamo prudenti e responsabili".