Un ragazzo di 29 anni è stato arrestato dagli agenti della Polizia di Stato per aver picchiato violentemente la compagna. Il giovane, che si trova adesso nel carcere romano di Regina Coeli, aveva picchiato la ragazza già altre volte in passato: lo ha raccontato la stessa trentenne agli agenti intervenuti dopo che i vicini di casa dei due hanno dato l'allarme. Tutto è cominciato la scorsa notte, quando il 29enne ha iniziato a picchiare selvaggiamente la compagna. Prima l'ha presa a calci, pestandola alle gambe e al fianco, poi l'ha colpita in pieno volto. Fortunatamente la donna non ha riportato gravi conseguenze, anche se è dovuta ovviamente ricorrere alle cure dei medici. A dare l'allarme, sono stati i vicini di casa, che hanno sentito le urla di dolore della trentenne. Hanno quindi chiamato la polizia, dopodiché la donna è andata a rifugiarsi proprio a casa loro per scappare dal compagno violento.

Picchia la compagna, lei scappa dai vicini: arrestato

Pochi istanti dopo la chiamata alle forze dell'ordine, sono giunte in piazza Nostra Signora di Guadalupe due pattuglie della Polizia di Stato per vedere cosa stesse accadendo. Gli agenti del commissariato Borgo e Aurelio hanno trovato il violento in casa con alcune ustioni alle mani. Durante la perquisizione, i poliziotti hanno trovato anche una piccola serra per la coltivazione della marijuana. Dopodiché hanno condotto il 29enne al commissariato di Primavalle per gli accertamenti di rito: qui è emerso che non era la prima volta che la donna si rivolgeva alle forze dell'ordine a causa della violenza del compagno, che già altre volte si era reso protagonista di episodi di violenza. Acquisiti gli elementi necessari, il 29enne è stato portato in carcere a Regina Coeli, a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.