Un borseggiatore palestinese è stato arrestato oggi dalla polizia di frontiera all'aeroporto di Fiumicino. L'uomo è accusato di aver rubato la borsa a una turista coreana. La donna, atterrata da poco a Roma, è stata avvicinata mentre era a bordo di un pullman in partenza per la stazione Termini.

Il palestinese, già notato dalle forze dell'ordine per il suo atteggiamento sospetto, è sceso poco prima della partenza dell'autobus con la borsa della signora nascosta all'interno del giubbotto. All'interno c'erano tutti i suoi beni e in particolare il denaro per trascorrere le vacanze natalizie. Riconsegnata la borda alla legittima proprietaria, il ladro è stato arrestato. Presso il Tribunale di Civitavecchia, l'Autorità Giudiziaria ha convalidato l'arresto e ha disposto la liberazione in attesa del successivo giudizio, con il divieto di ritorno presso il Comune di Fiumicino. La professionalità ormai raggiunta dalle squadre antiborseggio della locale Sezione di P.G., si legge nella nota diffusa dalla polizia di frontiera, ha consentito nel corso dell'anno di procedere nei confronti di numerosi stranieri e connazionali, autori di reati predatori, commessi in ambito aeroportuale a danno di passeggeri.