Il presepe vivente allestito a Porta Asinaria
in foto: Il presepe vivente allestito a Porta Asinaria

Piazzale Appio si illumina con il presepe vivente di Porta Asinaria, nei pressi della Basilica di San Giovanni in Laterano, a Roma. La rappresentazione ‘Venite adoremus' sarà inaugurata domenica 23 dicembre alle ore 10, allestita in un sito normalmente chiuso al pubblico. Oltre duecento figuranti, tutti volontari, metteranno in scena a turno la cornice della Natività per una nobile causa: i soldi delle offerte saranno destinati ai lavori per riparare la parrocchia di San Giulio, a Monteverde, in ricostruzione da maggio del 2016. I parrocchiani della chiesa sono infatti ospitati all'interno di una struttura temporanea, poco distante dall'edificio. L'ingresso è libero ma si conta sulla generosità dei visitatori. In tanti hanno donato il necessario per rendere possibile l'allestimento, come animali, scenografie, e vari oggetti, per ricreare l'atmosfera di quel momento unico nella storia. I personaggi che animeranno il presepe, tra i quali pastori, Re Magi e rappresentanti dei vari mestieri, indosseranno costumi ispirati ai vestiti dell'epoca, cuciti da sarte volontarie di San Giulio. Cammineranno nella Betlemme di duemila anni fa, ricostruita con tanto di botteghe artigiane, agnellini e caprette, fino ad arrivare alla capanna dove nasce Gesù Bambino.

Il presepe vivente avrà diciotto rappresentazioni, dal 23 dicembre al 13 gennaio, escluso il 31: sarà aperto ogni pomeriggio dalle ore 16.30 alle ore 19.30 e ogni domenica mattina. Il giorno dell'inaugurazione, il vescovo ausiliare per il settore Centro monsignor Gianrico Ruzza benedirà l'allestimento, mentre la banda di Roma Capitale accoglierà gli ospiti con un concerto. Alle ore 12 sarà celebrata la Messa nei pressi della capanna, celebrata da don Dario Frattini, parroco di San Giulio, che ha organizzato l'iniziativa, con il patrocinio del Vicariato di Roma e di Roma Capitale. Domenica 23 Maria arriverà con il pancione sul dorso dell'asino mentre dalla Vigilia di Natale ci sarà il Bambinello adagiato nella culla. Il 6 gennaio, invece, si attende l'arrivo dei Re Magi.