Questa notte ignoti sono entrati nel bistrot "Na Cosetta", al Pigneto, rubando e distruggendo gli interni del locale. A fare l'amara scoperta sono stati i proprietari, che questa mattina hanno trovato la saracinesca forzata e alzata di poche decine di centimetri. Uno spazio piccolo, che però è bastato ai rapinatori per entrare e mettere a soqquadro il bistrot. A dare l'annuncio del furto sono stati i proprietari con un post su Facebook. "Questo il nostro risveglio. La serranda del nostro bistrot forzata in piena notte con violenza e tanto rumore (inascoltato). Un buco piccolo ma quanto basta per entrare, rompere tutto e RUBARE!!! Rubare cose di valore e anche cose che non si possono ricomprare, come la nostra forza di volontà che è sempre più annichilita. Così è impossibile andare avanti, si commettono reati con la garanzia di restare impuniti (vi ricordiamo anche gli innumerevoli furti e danni intimidatori reiterati nello spazio estivo). Danni che si sommano e tutto ciò che ne comporta. Cercare di portare avanti un’attività oggi è una missione da folli, fare cultura è anti-economico e da folli. Tra poco gli unici in grado di aprire le serrande sulle nostre strade saranno solo ladri e attività illecite".

Furto a Na Cosetta, indagano i carabinieri

Per adesso non è noto cosa sia stato portato via da "Na Cosetta" e l'entità dei danni causati al locale. Sulla vicenda indagano i carabinieri, giunto la mattina dopo il furto dopo essere stati chiamati dai proprietari. Di certo chiunque si sia trovato a leggere le righe pubblicate dai proprietari non ha potuto non pensare a quanto accaduto all'inizio del mese di novembre a La Pecora Elettrica, caffè\libreria di Centocelle data alle fiamme la notte prima della sua riapertura. Anche in questo caso, i responsabili non hanno ancora un volto e un nome, e non si sa chi sia stato a mettere in pratica questo atto intimidatorio.